Mutuo per la casa: come ottenerlo? Chi può ottenerlo?

Tags: ,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,Scritto da il
mutuo acquisto casa

Ottenere un mutuo per acquistare una prima casa è una necessità estremamente comune. Se anche tu vuoi comprare casa ad Avellino e provincia, magari con giardino, desideri ricorrere ad un prestito di questo genere e vuoi avere maggiori informazioni su come fare, stai leggendo l’articolo giusto!

In generale, per poter ottenere un mutuo bisogna soddisfare alcuni requisiti fissati dall’istituto di credito a cui ci si rivolge. La prima fase nell’operazione di prestito è infatti il cosiddetto parere preliminare di fattibilità dell’operazione. Si tratta di un calcolo non semplice eseguito dalla banca per decidere se sarà possibile o meno concederti un mutuo.

 

Come fa la banca a stabilire se sei idoneo o meno alla concessione di un mutuo?

Se vuoi fare domanda per la concessione di un mutuo, dovrai presentare alla banca prescelta diversi documenti, che verranno poi presi in esame per decidere se sei idoneo o meno alla concessione del prestito da te richiesto, tramite le cosiddette indagini istruttorie.

Tra le informazioni da inserire nella tua domanda di mutuo ci saranno le seguenti:

  • Dati anagrafici di chi presenta la domanda di mutuo
  • Informazioni sulla residenza
  • Informazioni sulla tua situazione abitativa attuale (se sei in affitto, se hai un immobile di proprietà o se alloggi presso soggetti terzi)
  • Informazioni sullo Stato di Famiglia, per far capire alla banca se ci sono soggetti a tuo carico, la composizione generale del nuclo familiare ed il tuo stato coniugale
  • Informazioni sul tipo di impiego attuale: se sei un libero professionista, un lavoratore dipendente, ecc.
  • Informazioni sul valore dell’immobile in questione
  • Dichiarazione di avere / non avere debiti ed eventualmente specificare a quanto essi ammontino e chi siano i soggetti creditori.

 

Naturalmente le richieste di documentazione possono variare leggermente da banca a banca, quindi è consigliabile chiedere all’istituto di credito quali altri documenti sarà necessario presentare in allegato alla tua domanda di mutuo.

Attraverso l’analisi di tale domanda, la banca darà inizio alla redazione del parere preliminare di fattibilità. I principali elementi di cui questo tiene conto sono:

  1. presenza di un reddito fisso e costante (nella maggior parte dei casi dimostrabile con la presentazione di un contratto di lavoro a tempo indeterminato)
  2. maggiore età
  3. avere la nazionalità italiana o essere cittadini europei con residenza italiana. Inoltre qualche banca concede mutui per l’acquisto di un immobile anche a cittadini stranieri residenti in Italia da almeno tre anni e con un contratto di lavoro.
  4. il valore dell’immobile per cui si richiede il mutuo
  5. eventuale diponibilità per fideiussioni o pegni da parte di soggetti terzi

 

Parere preliminare di fattibilità positivo: che documenti devi presentare a questo punto?

Se la banca decide che sei idoneo alla concessione di un mutuo, prima di festeggiare aspetta ancora un po’, perché il tuo lavoro non finisce assolutamente qui.

A questo punto, infatti, dovrai presentare tutta la documentazione ufficiale ed i certificati che attestano quanto hai dichiarato in fase preliminare. Ad esempio, se sei un lavoratore dipendente, la banca ti chiederà una dichiarazione da parte del tuo datore di lavoro sulla tua anzianità di servizio, l’ultimo cedolino (in versione originale) del tuo stipendio e la copia del CUD o del modello 730 o Unico. Se invece sei un lavoratore autonomo o libero professionista, dovrai fornire alla banca le copie del modello Unico (ex 740), l’estratto della Camera di Commercio, Industria e Artigianato ed eventualmente l’iscrizione al tuo Albo professionale, se presente.

 

Concessione del mutuo

Dopo aver analizzato nuovamente tutta la documentazione che le avrai fornito, la banca richiederà l’intervento di un tecnico e di un notaio grazie a cui ottenere rispettivamente una perizia tecnica dell’immobile ed una relazione notarile del bene, il suo stato ipotecario, la presenza di vincoli.

A questo punto, la banca determinerà l’importo totale del finanziamento e fisserà una data per la stipula del contratto di mutuo, da effettuare in presenza di un notaio e sotto forma di Atto Pubblico. Di solito gli istituti di credito concedono un finanziamento che ammonta al massimo all’80% del valore dell’immobile.

 

La richiesta di un mutuo è una decisione importante e se anche tu hai deciso di farne una, ti consigliamo di tenerti sempre informato sulle ultime novità non solo in termini di documentazione da presentare e di requisiti da soddisfare, ma anche di possibili detrazioni e finanziamenti.

Ad esempio, la Legge di Stabilità del 2016 ha introdotto diversi cambiamenti ed agevolazioni fiscali per chi compra e vende casa. Per farti una prima idea della situazione, ti consigliamo di leggere questo recente articolo del nostro blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Confermando l’invio di questo modulo dichiaro di aver preso visione dell’Informativa Privacy ed acconsento al trattamento dei dati personali sulla base di quanto disposto dal Regolamento UE 2016/679. Voglio ricevere newsletter ed aggiornamenti. (Visualizza l’informativa sulla privacy)

Consulenza gratuita

Per vendere o acquistare casa richiedi una consulenza personalizzata

Contattaci

Vuoi acquistare? La casa giusta per te!

Abbiamo molte case tra le quali scegliere quella giusta per le tue esigenze. Chiedi maggiori informazioni

Contattaci

Vuoi vendere? Più clienti per la tua casa

Più clienti alla ricerca di una casa. Chiedi maggiori informazioni

Contattaci